#ilFoodResiste

Gli spazi “ripensati” della ristorazione open air, dai banconi ai separatori

L’emergenza Covid-19 ha imposto ai ristoratori di ripensare gli spazi anche all’aria aperta, soprattutto in vista di una riapertura (quasi) prossima, che lascia ancora molti punti di domanda sulla gestione del servizio nei bar e nei ristoranti. La regola impone che anche negli spazi aperti ci siano quattro metri quadrati per ciascun cliente e due metri tra un tavolo e l’altro, il che presuppone la necessità di avere indicazioni “spaziali” che garantiscano la sicurezza a chi lavora e a chi usufruisce del servizio. Ed è in questa ottica che Myyour, brand italiano specializzato nella produzione di arredi da esterno, ha immaginato nuove aree e nuove soluzioni per il food&beverage “open air”, unendo il lato pratico e a quello estetico.

La prima soluzione riguarda i banconi bar da esterno, che sono pensati per essere dotati di paratie frontali in plexiglass, come Nova o Baraonda, un pratico bancone a forma di “onda” utilizzabile sia indoor che outdoor, o i separatori per delimitare gli spazi di bar, ristoranti e terrazze preservando la sicurezza degli clienti. Nella “categoria” separatori Myyour propone Frames, che – omen nomen – incornicia gli spazi, in una pratica e modulabile combinazione. Frames può essere posizionato sia in verticale sia in orizzontale, ed è dotato di zavorre che lo rendono sicuro. La composizione è caratterizzata da superfici svasate che fanno da cornice a piccole finestre, rendendole dei piacevoli scorci geometrici. Sfrutta invece i “vuoti” Nonvaso, un modulo di grande impatto visivo dalla forma di vaso, in versione luminosa, e con o senza foro. In quest’ultima versione è possibile inserire piante e fiori sfruttandoli come veri e propri vasi e rendendolo un’ottima alternativa per delimitare le zone e indicare i percorsi per raggiungere i tavoli. Nonvaso è inoltre realizzato in poleasy® un materiale estremamente resistente all’usura e agli agenti atmosferici. Perfetto per delimitare spazi ampi aggiungendo un tocco di stile.

production mode