#ilFoodResiste

I ristoranti riaprono: ecco chi e come!

Tante sono le riaperture dei ristoranti in programma in questa fase di post lockdown, con tante diverse iniziative per una ripartenza in sicurezza, vediamo chi apre e come!

Lo chef Wicky Priyan riparte venerdì 12 giugno il suo ristorante in centro a Milano, ma non ci saranno pannelli o divisori, ma tavoli da 4 o 6 persone massimo, adeguatamente distanziati, divisi tra la sala con il “suchi bancone”  (dove ci si siederà al massimo in 4) e i privé con non più di 6 persone. Il 16 giugno, poi, riprenderà anche il pranzo (che dato il numero limitato di posti necessita la prenotazione). Ovviamente continua il servizio delivery e take away che verrà costantemente perfezionato: Wicky’s Innovative Japanese Cuisine rende disponibile sul proprio e-shop un business lunch in perfetto stile kaiseki, ispirandosi ai tradizionali bento box giapponesi.
Il Wicky’s Kaiseki Lunch Box racchiude le principali tecniche di cottura giapponesi: agemono (frittura), nimono (stufato), mushimono (vapore) e sunomono (marinatura). Per ogni ingrediente viene individuata quella più adatta, che ne garantisca la perfetta conservazione in termini di gusto e consistenza. Filo conduttore di ciascuna portata è il dashi, l’immancabile brodo giapponese fondamentale nella maggior parte delle preparazioni.
Il contenuto dei box cambierà periodicamente in base all’estro dello chef e alla disponibilità delle materie prime. Il box viene preparato per un minimo di due persone, per chi invece desidera qualcosa di più light.

Anche la stellata Viviana Varese, dopo il progetto Delivery “VIVA a casa”, parte con VIVA la Terrazza sul Lago, a Manerba del Garda, un temporary restaurant che lei stessa definisce osteria contemporanea, che è stata inaugurata lo scorso 5 giugno. La formula è democratica: dall’aperitivo accompagnato da “i cicchetti”, ai vari Presidi Slow Food, fino alla cena degustazione; tutti potranno godersi in sicurezza alcuni dei piatti storici di Viviana Varese. Le sue procedure? Distanziamento di un metro e mezzo tra i tavoli e menu con QR con e stampa usa e getta. VIVA la Terrazza apre dal martedì al venerdì dalle 17 alle 23 e il sabato e la domenica dalle 12 alle 24.

Si chiama Gourmet Escape by Il Sereno ed è la formula che lo Chef Andrea Berton e l’imprenditore Luis Contreras – proprietario della struttura – hanno ideato per l’Hotel Il Sereno e il ristorante Berton al Lago, sul Lago di Como. A seguito della chiusura imposta dall’emergenza sanitaria da Covid-19 e in un’ottica di ripartenza all’insegna dell’ottimismo, lo Chef amplia l’offerta che permette di “investire” sul suo ristorante acquistando adesso un voucher per una persona che consentirà di godersi un’esperienza gourmet presso il Ristorante Berton al Lago, all’interno dell’Hotel Il Sereno, comprensiva di un calice di aperitivo e un menu degustazione per due persone realizzato per l’occasione dall’executive chef, Raffaele Lenzi. Inoltre, per chi deciderà di completare l’esperienza pernottando all’Hotel Il Sereno, il valore del voucher sarà scontato dal costo della camera, rendendo così gratuita la cena.

Sempre sulle rive del lago di Como, Feel Como per i mesi di giugno, luglio e agosto accoglierà i suoi ospiti nelle splendide Serre di Villa del Grumello, fra i più bei gioielli del lago, con un temporary restaurant e aperitivo in giardino, dove a ricevere in tutta sicurezza ci saranno Elisa Fornarelli, manager sommelier, e lo chef Federico Beretta, che propone la sua cucina sintesi di sapori e saperi del territorio, dove le materie prime sono esclusivo appalto del lago e delle montagne circostanti.

Osteria Francescana ha riaperto da poco con un nuovo menu degustazione, With a Little Help From My Friends, ispirato al celebre album dei The Beatles: St. Pepper’s Lonely Hearts Club Band. “Creare questo menu è stato un esercizio creativo per tutti” afferma lo chef Bottura “Durante il lockdown ho chiesto a tutta la mia squadra di preparare una ricetta a casa, lasciandosi influenzare dal celebre album. Questo esercizio ci ha aiutato a rimanere sempre connessi e vicini tra di noi anche da lontano, dandoci una nuova routine. Quando abbiamo ricominciato a vivere la cucina del ristorante tutti insieme, abbiamo iniziato ad assaggiare ogni ricetta per selezionare le dodici da inserire nel nuovo menu degustazione”. Non solo, per chi desidera una proposta in tutto relax, Casa Maria Luigia, c’è la possibilità di fare un brunch davvero speciale “Tòla Dòlza” (che in dialetto modenese significa “rilassati”). Jessica Rosval e la squadra di Casa Maria Luigia hanno preparato un nuovo menu dedicato alla stagione estiva e a una delle forme più antiche di cottura, il fuoco e la legna. Ovviamente bisogna prenotare!

production mode