Chef e Ristoranti

eatPRATO Walking: un’edizione speciale dal 19 settembre al 31 ottobre

Il gusto, l’enograstronomia e lo sport si danno appuntamento dal 19 al 31 di settembre per eatPRATO 2020. La qualità e la bellezza della manifestazione sono le stesse, cambia solo la formula che diventa più articolata e dilatata nell’aspetto temporale per rispettare le norme del distanziamento sociale e garantire la massima sicurezza ai partecipanti.

A eatPRATO storia, cultura arte e buon cibo si fondono, a partire dalle Passeggiate del Gusto, con itinerari a scala urbana il sabato pomeriggio per scoprire una Prato sorprendente e fuori dalle rotte ordinarie, e che si completano la domenica con itinerari extraurbani lungo la Via della Lana e della Seta e lungo La Via Medicea coinvolgendo le cantine vitivinicole.
Mini-tour organizzati per fare conoscere le eccellenze pratesi e per portare il pubblico alla scoperta di luoghi particolari e quasi nascosti, dove le degustazioni si intrecciano alle performance, i sapori alle parole ma soprattutto ai passi, in un mix di cammini e mangiari con tanto di racconti e animazioni, vere e proprie performance fatte di aneddoti, storie, personaggi.
“La necessità di evitare gli assembramenti ha fatto tabula rasa degli eventi, e il settore enogastronomico, non meno di quello dello spettacolo, ne ha risentito moltissimo. La difficoltà, però, ha costretto a ripensarsi, a ripensare la stessa esperienza enogastronomica, a rinnovare le formule e così permettere anche di raggiungere un pubblico nuovo senza deludere gli affezionati” – racconta l’Assessore al Turismo del Comune di Prato Lorenzo Marchi. “Con eatPRATO abbiamo costruito sinergie per dare respiro all’intero territorio, ad una comunità, promuovendolo e mettendo in moto tante attività di valore. Dopo la pausa forzata, necessaria, indispensabile, che ha visto la sospensione dell’appuntamento ormai consueto di giugno, a settembre lanciamo eatPRATO Walking. Riprendiamo ad animare la città con una modalità diversa, diffusa sul territorio e dinamica. Un fitto programma di un mese e mezzo di itinerari gusto culturali e lo facciamo mettendo al centro, e facendo dialogare, le tante anime di questa città nella quale coesistono patrimoni culturali diversi e tutti di spessore. La Prato dell’arte contemporanea accanto a quella medievale con la sua splendida cinta muraria trecentesca o la Prato rinascimentale, la Prato dell’archeologia industriale e quella dell’avanguardia teatrale e del cinema, la Prato green che ha fatto della sostenibilità e del riciclo un carattere distintivo anche facendo tesoro di un territorio agricolo di prossimità modello di benessere. Con tutto questo dialogherà eatPRATO filo rosso del gusto rintracciabile lungo ogni percorso attraverso degustazioni, tappe golose, dimostrazioni, racconti. Saremo distanziati ma insieme. Speriamo vivamente di soddisfare il maggior numero di affezionati alla manifestazione e nuovi appassionati”.
Gli appuntamenti saranno coordinati da guide turistiche e guide ambientali specializzate e vedranno la partecipazione di chef, produttori vitivinicoli, artigiani. I posti disponibili da prenotare saranno massimo 20 a tappa (due turni, sia mattina che pomeriggio, nella giornata nazionale del trekking) tutto si svolgerà nel più rigoroso rispetto del vigente protocollo di sicurezza.