Chef e Ristoranti

A Firenze c’è Molo 5: l’unione fa la forza

Il Lungarno, di per sè, è un bellissimo luogo da frequentare nelle calde sere d’estate. Un posto dove godersi la città lontano dal caos del centro ma sempre a stretto contatto con il fiume che fa da spartiacque tra le due sponde di Firenze.
E se ci fosse anche la possibilità di gustarsi la serata con diverse proposte ricche di sapore e di idee? È quello che sta succedendo con Molo 5, una felice intuizione, bella e contemporanea, che vede uno accanto all’altro tanti giovani imprenditori della ristorazione, che si sono dati da fare per uscire dall’individualità e puntare sul gruppo.
Ognuno con la sua storia, e le sue proposte molto ben circostanziate, hanno deciso di unirsi in un progetto che fa squadra, e porta ad animarsi le sponde del fiume di Dante esattamente come succede da anni a Parigi sulle sponde della Senna.
Dal cocktail al gelato, passando per polpo, spiedini e bao giapponesi, panini col lampredotto e pizza: ognuno troverà la sua personale strada verso la felicità gastronomica, e lo potrà fare indipendentemente dai suoi amici, che potranno servirsi dove preferiscono. Perchè le sedute e i tavolini sono comuni, e permettono di godersi la varietà senza limitare la scelta.
La musica dal vivo nel week end completa il quadro di un’idea vincente, da replicare in tutte le città che hanno voglia di riscrivere il concetto di street food in modo più pratico, più concreto e più appagante dal punto di vista del palato. Perchè qui non si fanno sconti sulla qualità di materie prime e preparazioni: street sì, ma fatto come va fatto.