Chef e Ristoranti

Festeggiamenti per il prosecco Giustino B. 

Apprezzato dalle guide enologiche più importanti del mondo il Giustino B. della cantina Ruggeri è un prosecco con l’anima, quella della famiglia Bisol che da tre generazioni produce vini nell’area di Valdobbiadene. Il Giustino B. è stato prodotto per la prima volta con la vendemmia del 1995 per festeggiare i 50 anni di lavoro nel mondo del vino di Giustino Bisol, fondatore della Ruggeri, padre di Paolo e nonno di Giustino e Isabella oggi alla guida della rinomata cantina che conta una produzione di circa 1 milione di bottiglie all’anno. Per rendere omaggio al fondatore, uomo che ha contribuito a segnare la storia del Valdobbiadene Prosecco Superiore è nato Giustino B. e nel 2016 ricorrono i primi 20 anni dalla messa in commercializzazione. Per celebrare questa speciale ricorrenza la Ruggeri ha realizzato una bottiglia limited edition con un’etichetta unica firmata personalmente da Giustino Bisol che è stata presentata alla stampa a Milano nel corso di una cena tenutasi al ristorante Joia, 1 stella Michelin. In cucina, ad aiutare lo chef Pietro Leeman un “aiutante” di grande rilievo: dal ristorante 3 stelle Michelin Le Calandre è arrivato Massimiliano Alajmo in persona. Agli ospiti è stato proposto un menu a quattro mani composto da straordinari piatti vegetariani a cui sono stati abbinati varie annate di Giustino B. La cena è stata preceduta da una degustazione tecnica di sette diverse annate di prosecco, dal 2013 al 1997. Particolarmente apprezzata quella del 2008, a riprova che il Giustino B. è un prosecco di grande complessità e finezza che può reggere benissimo anche un leggero invecchiamento andando ad acquistare nuove e inedite sfumature.

(foto Antonio Campanella)

production mode