Chef e Ristoranti

Ciao, Rosemary

La redazione di Italian Gourmet piange la scomparsa della giovane Rosemary Manilia e partecipa commossa all’immenso dolore della famiglia del noto pasticcere campano, il Maestro Giuseppe Manilia.

Rappresenta Rosemary quell’elegante rosa rossa che campeggia ovunque nella bella Pasticceria di Giuseppe Manilia, a Montesano sulla Marcellana. Ma i petali non sono sempre rivolti verso l’altro, qualche bocciolo è capovolto, guarda in basso, a simboleggiare la vita dove ai periodi di buona, inevitabilmente, seguono quelli più bui.

E lo sapeva bene Rosemary, che ha iniziato a combattere giovanissima la sua battaglia contro una tremenda malattia che il 26 febbraio l’ha strappata all’affetto del sui cari. Una piccola guerriera riscaldata dall’amore folle della sua mamma Rosita e costantemente sostenuta dal papà Giuseppe, uno dei pasticceri più illustri del panorama italiano che a lei, alla sua piccola, ha dedicato le sue migliori dolci collezioni. Solare, ironica come solo per persone molto intelligenti sanno essere, piena di sogni e desideri, Rosemary, provata nel fisico ma non nella volontà, non si è mai scordata degli altri.

Impegnata nel sociale, ha promosso, più volte, eventi e cene di beneficenza per raccogliere fondi a favore delle persone meno fortunate. Il suo prossimo progetto – che, ne siamo sicuri, proseguirà anche dopo di lei – prevede la costruzione di una cucina per le famiglie dei ricoverati del nuovo reparto di neurochirurgia dell’ospedale Santobono di Napoli. Oggi Rosemary non è più con noi, ma il suo esempio, la sua forza ed il suo sorriso, continueranno ad essere vivi e a scaldare il cuore di quanti hanno avuto la fortuna di conoscerla e di godere della sua dolcissima presenza.

a cura di di Valeria Maffei