Chef e Ristoranti

A Parma il Settembre Gastronomico profuma di solidarietà

Una volta i Mille avevano la camicia rossa e seguivano Garibaldi da Quarto a Marsala. Il 4 settembre i Mille andranno a Parma e si siederanno a tavola (una tavolata di 400 metri) per assaporare la cucina di una pattuglia di chef di fama internazionale. Da Carlo Cracco a Massimo Spigaroli, da Isa Mazzocchi ad Andrea Incerti Vezzani, al fianco di Parma Quality Restaurants e di Chef To Chef, si sono dati appuntamento nella città ducale con un preciso obiettivo: trasformare il centro storico di Parma in un mega-ristorante gourmet all’aperto, ma anche per impegnarsi in un’operazione benefica. La “Cena dei Mille”, che apre idealmente la kermesse “Settembre Gastronomico”, destinerà infatti parte dei fondi raccolti a favore del progetto Emporio Solidale di Parma.

A cura di Daniela Guaiti

La serata segnerà una delle prime battute dell’iniziativa, promossa dal Comune di Parma e dalla Fondazione Parma UNESCO City of Gastronomy, sotto la regia di Parma Alimentare e “Parma io ci sto!” e con il supporto di Destinazione Emilia. Il progetto “Settembre Gastronomico, realizzato in collaborazione con i  Consorzi di Tutela e numerose  aziende alimentari del territorio, prevede, fra le numerose proposte, Open Day alla scoperta di filiera produttive come quelle delle DOP Parmigiano Reggiano e Prosciutto di Parma, talk show e incontri culturali alla scoperta di angoli segreti della città. L’obiettivo è quello di valorizzare le eccellenze gastronomiche della Food Valley, facendo cultura su un saper fare che è un tratto distintivo dello spirito parmense. Ma non solo: “Settembre Gastronomico” punta anche a rafforzare l’appeal del brand Parma come destinazione turistica foodie, all’interno di un’area di grande attrattività come l’Emilia.

A confermarlo, dati alla mano, è l’assessore al Turismo e al Progetto UNESCO Cristiano Casa: “Dal 2012, proprio puntando in particolare sull’offerta food, Parma ha avuto un incremento di presenze turistiche del 26 per cento, con un aumento del 32 per cento delle presenze di stranieri”. Una tendenza confermata nei primi cinque mesi del 2018, che vedono un incremento generale di presenze dell’11 per cento e di visitatori stranieri dell’8 per cento. “Per questo – conclude l’assessore – possiamo guardare con fiducia al futuro: nel 2020 Parma sarà infatti Capitale Italiana della Cultura”.

Ma torniamo alla “Cena dei Mille”. Per l’appuntamento del 4 settembre la proposta gastronomica – dall’antipasto al dessert – sarà di natura gourmet, sia per la qualità delle materie prime impiegate, con i migliori prodotti della Food Valley emiliana , sia per il la schiera di chef coinvolti. A cominciare da Massimo Spigaroli, chef stellato nonché Presidente della Fondazione Parma UNESCO City of Gastronomy, e dai ristoratori di Parma Quality Restaurants, l’associazione, presieduta da chef Enrico Bergonzi,  che riunisce la migliore espressione dell’alta cucina parmense. Ad affiancare  Spigaroli nella preparazione della “Cena dei Mille” sarà una rappresentanza di Chef To Chef, il consorzio dei 50 migliori chef dell’Emilia-Romagna: a Parma saranno presenti i piacentini Isa Mazzocchi (una stella Michelin) e Filippo Chiappini Dattilo e i reggiani Gianni D’Amato e Andrea Incerti Vezzani (una stella Michelin). Infine, ad impreziosire la serata e a dare un tocco di dolcezza al menu della “Cena dei Mille” sarà  Carlo Cracco, che proporrà un suo dessert, richiamando la tradizione parmense con un tocco di creatività.

La prevendita dei biglietti per la “Cena dei Mille” è già iniziata: i circuiti di vendita sono quelli di VivaTicket.it e ParmaCityOfGastronomy.it. Il costo è di 85 euro a persona, più diritti di prevendita. Per informazioni, è attivo il numero verde: 800.977925