La salsa BBQ: ecco come realizzarla

Preparazioni

Dosi per: 500 g di salsa

salsa ketchup 300 g

300 g

miele di acacia 60 g

60 g

miele di castagno 35 g

35 g

salsa di senape 30 g

30 g

tabasco 10 g

10 g

salsa Worcester 35 g

35 g

paprika forte in polvere 25 g

25 g

succo di limone 50 g

50 g

aceto di riso 30 g

30 g

aceto di mele 20 g

20 g

zucchero di canna (meglio se tipo moscovado) 25 g

25 g

semi di cardamomo 15 g

15 g

chiodi di garofano 5 n

5 n

stecca di cannella 1 n

1 n

cucchiaino di aglio in polvere 1 n

1 n

cucchiaino di cipolla disidratata 1 n

1 n

cucchiaino di pepe nero 1 n

1 n

Quando le belle giornate permettono di usufruire degli spazi all’aperto, la temperatura sale, allora il menù si adegua di conseguenza. Sempre più spesso l’aria profuma di carni, pesci e altre pietanze cotte alla griglia. Matteo Tassi, nel suo libro “Il Barbecue”, ci ha spiegato chiaramente come usare correttamente il grill e come cucinare al meglio questi cibi. Sua è la ricetta di questa salsa barbecue, o bbq per abbreviare, un emblema della cucina americana. Matteo l’ha messa a punto negli anni. La salsa è una sorta di valore aggiunto al piatto, la ciliegina sulla torta che rende il cibo grigliato indimenticabile. Deve essere perfetta perché caratterizza il serial griller come un marchio di fabbrica e lui ci tiene molto a lasciare sempre un buon ricordo di sé. La salsa bbq di Matteo è a base di ketchup (per preparalo recuperate la mia ricetta su Grandecucina 6 del 2012), di colore rosso scuro, quasi cioccolato, ed è molto profumata. È particolarmente indicata per spennellare ogni tipo di carne, in modo particolare i tagli di maiale, ma la si può anche usare come classica salsa di accompagnamento alle preparazioni in griglia in genere, alle patate fritte, a gustosi panini o come dressing per insalate. (A cura di Allan Bay)