Farine, Pane e Pizza

Pane Carasau di qualità? Un giovane messicano porta a Bergamo la tradizione sarda

Un giovane imprenditore di origine messicana porta a Bergamo il pane carasau, facendolo con prodotti selezionati di qualità. Un'innovativa attività di street food nel segno anche del design.

a cura di Margherita Toffolon

Da cineasta ad imprenditore di una piccola ma innovativa attività nel settore della ristorazione. La storia di Ruben Antonio Perez Beceril è particolare quanto l’idea imprenditoriale che ha portato all’apertura del negozio Rulli Carasau di Bergamo.

Da Città del Messico, nel 2000 si trasferisce con la madre nel capoluogo lombardo e si diploma al Centro sperimentale di cinematografia di Roma. La passione per la gastronomia e la genuinità del mondo sardo hanno però il sopravvento, complice una breve vacanza in Sardegna: dopo questa prima esperienza Ruben intraprende un viaggio in vespa di diverse settimane, per apprendere direttamente dai produttori dell’isola l’antica arte contadina.

Il passo successivo è stato quello di portare nella sua città adottiva il prodotto simbolo della Sardegna, il pane Carasau e farlo conoscere, decontestualizzandolo, in un locale che potesse rappresentarlo al meglio, anche nell’ambientazione.

Come nascono i “rulli di carasau”

Il pane carasau, croccante e sottile diventa, dopo essere stato bagnato, un morbido contenitore spalmabile ed è arrotolato con materie prime di grande qualità, selezionate sulla base della visita diretta ai produttori. Con un sistema “brevettato”, Ruben ammolla i fogli di pane Carasau, prodotto da Angelo Murdeu a Gavoi (Nu), e li arrotola sul ripieno per poi infornarli quanto basta per renderli croccanti.

La nuova consistenza permette di trasformare il più classico ma “scomodo” pane carasau in un prodotto street food adatto a tutti i gusti e tipologie di clientela. Ruben ha poi convinto la madre, che già da tempo voleva aprire un’attività in proprio, a puntare sulla sua idea ed ora gestisce il negozio con l’aiuto di un’altra persona. Tramite corriere si fa consegnare il pane Carasau una volta alla settimana dalla Sardegna, facendo l’ordine di volta in volta. Prepara i vari ripieni (mediamente cinque scelte al giorno con cambio mensile) con ingredienti di produttori selezionati, molti dei Presìdi Slow Food, fra cui: olio extravergine d’oliva, pecorino fiore, miele e zafferano dalla Sardegna, carne e nocciole dal Piemonte, sale dolce di Cervia, verdure di stagione.

L’importanza dell’interior design

La regia dell’attività ha incluso da una parte il progetto del marchio e dall’altra la scelta dei progettisti cui affidare l’interior design. Aris Architects hanno tradotto le sue indicazioni in uno stile contemporaneo: ambiente mediterraneo con richiami a sistemi costruttivi tradizionali, come la grande parete in terracotta che ripropone le gelosie dei fienili, e dove la tecnologia (sistema digitale di controllo) è stata utilizzata per eliminare il tabellone del menu all’entrata e la cassa con i cassetti per il contante.

Il design, con il conseguente investimento, è stato utilizzato come strumento di marketing. Un anno di lavoro, fra progetto e realizzazione, prima dell’inaugurazione di Rulli Carasau. Da allora, l’apprezzamento dei clienti di ogni fascia d’età ha permesso un continuo passaparola e, a un anno dall’apertura, se il packaging per il take away è ancora in divenire (viene utilizzato un semplice sacchetto di carta) presto verrà attivata la consegna serale con una persona dedicata.

Una sola vetrina al piano terra di un elegante edificio dei primi ‘900, lungo viale Vittorio Emanuele a Bergamo, una zona residenziale vicino alla funicolare. L’innovativo concept imprenditoriale è stato tradotto in forme contemporanee ma con precisi richiami mediterranei: un’ambientazione semplice, essenziale, ma allo stesso tempo accogliente, ricca di dettagli, che ripropone elementi tipici della terra sarda, come la parete di terre cotte, quale sfondo scenografico del bancone in corian bianco.

Due soli elementi d’arredo per strutturare un locale che deve essere trasparente per poter trasmettere la vera natura dei prodotti. Il bancone, sospeso su due lastre di vetro temprato, presenta un piano di appoggio in rovere sabbiato e accoglie tutti gli accessori per la preparazione dei rulli di pane carasau. Un elemento centrale, concepito come l’isola di una casa, immerge il cliente in un ambiente familiare, dove osservare la preparazione dei rulli ed entrare in contatto diretto con chi li farcisce per poi cuocerli nei forni incassati nella parete di divisione fra zona vendita e laboratorio.

In corrispondenza della porta d’ingresso, è posizionato il “manifesto” del prodotto, realizzato con lettere di legno incise al laser, che fa della semplicità=bontà il proprio punto di forza. Le pareti sono trattate con una resina spatolata di colore grigio utilizzata anche per il pavimento che, in corrispondenza del bancone, assume la calda tonalità della terracotta.

L’illuminazione è affidata al binario a soffitto attrezzato con faretti a magnete: facili da spostare, sono puntati sul bancone per mettere in luce i prodotti esposti. Infine, una barra luminosa a terra, dietro la parete di mattonelle, crea un gioco grafico con le forme in terracotta di sera e a locale chiuso.

 

INDIRIZZO

Rulli Carasau
viale Vittorio Emanuele 15/b
24121 Bergamo
Tel. 035/0740542
https://www.facebook.com/rullicarasau/

ORARI
Apertura 11,30-14,30 e 18,30-21,30
Sabato e domenica orario continuato
Lunedì chiuso