Appuntamenti

À la Folie, Marisa Passera interpreta la passionalità

Dopo Sonia Peronaci e Alice Agnelli, giovedì 9 novembre il temporary store di Milano À la Folie by Délifrance accoglierà Marisa Passera, voce di Radio DeeJay e anima del blog Sorelle Passera

Tre donne, tre diverse personalità, tre modi di esprimersi in cucina: proseguono gli appuntamenti dedicati all’arte e alla pasticceria all’interno del temporary store milanese À la Folie, di Délifrance. Dopo Sonia Peronaci e Alice Agnelli, giovedì 9 novembre alle 18.00 il temporary store di via Statuto 16 accoglierà Marisa Passera, celebre voce di Radio DeeJay e anima del blog Sorelle Passera.
Nel temporary store Marisa Passera interpreterà un classico della pasticceria, la tartelette, per elaborare una ricetta inedita dedicata alla passionalità e al futurismo, giocando con i princìpi tanto cari a Marinetti, ovvero l’innovazione, la sperimentazione e la velocità. Al suo fianco il pastry chef Alessandro Servida, autore delle dieci inedite tartelette in degustazione presso lo store. Per Servida, la passionalità prende la forma di un dessert a base di albicocca semi-candita, frutto della passione, cioccolato al latte, scaglie di wafer, sale di Maldon e cioccolato bianco, per una donna che “ama tutto ciò che fa ed è dedita a ciò che ama”.

Il concorso

Passionalità e futurismo” sarà anche il tema di novembre del concorso À la Folie aperto a tutti i pasticceri di Milano, Monza-Brianza, Lodi e Torino. I professionisti sono chiamati a interpretarlo attraverso una ricetta inedita che preveda l’utilizzo di una tartelette e che si ispiri ai princìpi della corrente artistica del Futurismo. Foto e ricette dovranno essere inviate tramite il sito www.alafolie.it: la migliore del mese, decretata con la finale del 15 febbraio, si aggiudicherà un buono spesa da 2.000 euro per l’acquisto di prodotti Selmi Group e Pavoni Italia. Tra coloro che parteciperanno al concorso, inoltre, saranno selezionati 25 concorrenti che avranno l’opportunità di prendere parte ad un corso a porte chiuse con il maestro Gino Fabbri. Il tema della lezione di novembre sarà “Cremoso, composta o gelatina: la frutta cambia aspetto”.

Il tema di dicembre e la finalissima

Medesima meccanica per il mese di dicembre, a tema Provocazione e Surrealismo: i pasticceri saranno chiamati a ideare una ricetta utilizzando una tartelette che rappresenti la provocazione femminile, attingendo ai principi artistici del surrealismo ispirati al sogno, al subconscio, al caso, alla follia.
Giovedì 15 febbraio si terrà la serata finale relativa al concorso in un’esclusiva location a Milano: tra i dodici finalisti (tre per mese) verrà scelto il migliore per tema che si aggiudicherà un buono spesa da 2.000 euro per l’acquisto di prodotti Selmi e Pavoni e verrà decretato il vincitore assoluto del concorso svoltosi tra settembre e dicembre. Per lui un buono di 10.000 euro da utilizzare presso i punti vendita Irinox, Pavoni Italia e Selmi Group.