Treccia d’agnello allo spiedo e sgombro croccanti con zuppa di fave fresche

La ricetta di Sergio Mei per un secondo a base di agnello, sgombro e crema di fave fresche.

Preparazioni

Per la treccia

Dosi per: 4 persone

treccia intera da 700-800 g 1 n

1 n

olio e pepe QB

QB

pomodoro salato 1 g

1 g

cipollotto 10 g

10 g

prezzemolo 1 g

1 g

Cuocere la treccia allo spiedo oppure al forno. Tagliarla a pezzi grossi e condirla con un battuto di cipollotto, prezzemolo e pomodoro salato, lavato e tritato.

Per le fave

Dosi per: 4 persone

fave fresche 200 g

200 g

cipollotto bianco 50 g

50 g

brodo QB

QB

olio extravergine d’oliva QB

QB

finocchietto 5 g

5 g

fettina di guanciale 1 n

1 n

Pulire le fave e sbianchirle. Eliminare le pellicine. Far appassire in una casseruola il cipollotto, tagliato fine, con olio e guanciale. Aggiungere le fave e il brodo, cuocere per 10 minuti. Passarle, regolare di gusto e di densità.

Per gli sgombri

Dosi per: 4 persone

sgombri (200 g) 2 n

2 n

olio QB

QB

sale QB

QB

pepe QB

QB

Sfilettare lo sgombro, condirlo con olio, sale e pepe e arrostirlo alla griglia.

Servire la zuppa di fave al piatto, con sopra la treccia e lo sgombro.

production mode