Dolci, Gelato e Maestri

“Pasticcere per un giorno”, un podio tinto di rosa

Lo scorso 8 novembre il laboratorio di Roberto Rinaldini ha ospitato la fase finale del contest "Pasticcere per un giorno" da lui lanciato sui social negli scorsi mesi. I concorrenti si sono sfidati nel realizzare, liberamente, una torta da forno e macaron

Si è conclusa venerdì 8 novembre con le degustazioni di macaron e torte da forno preparate dai dieci finalisti di “Pasticcere per un giorno”, un nuovo divertente format di contest targato Roberto Rinaldini, ad alto tasso di adrenalina e dolcezza. Location dell’evento il nuovo laboratorio del maestro riminese a Cerasolo, una vera fucina hi-tech per la produzione di delizie dolci e salate.

Il contest, riservato agli amatori, ha dimostrato come l’alta pasticceria non sia solo esclusiva di una nicchia, ma sia apprezzata, compresa, avvicinata e imitata anche da non addetti ai lavori. La grande “famiglia” Rinaldini ha accolto tutti nel suo nuovo regno facendo sentire i concorrenti “per un giorno” parte dell’ingranaggio. È stata per tutti una grande emozione veder tremare la tasca da pasticcere tra le mani dei dieci partecipanti – uomini e donne di differenti fasce d’età provenienti da Italia ed estero – mentre si rompevano meringhe, o mentre fieri finivano il loro lavoro.

Rinaldini è stato un vero patron: dall’alto della sua severità ha elargito consigli e sostegno, ha messo in campo tutta la sua professionalità e semplicità e a seguito passo passo ogni momento della gara. Il livello dei partecipanti non professionisti è stato comunque alto e accolto con grande entusiasmo anche dai giurati presenti, capitanati dallo stesso Rinaldini, cui sono arrivate centinaia di adesioni al format, avviato sui social.

I vincitori

Dopo una attenta degustazione a porte chiuse, la giuria si è confrontata con entusiasmo e ha decretato Alina Topelijer da Tallin quale prima classificata, totalizzando 254,7 punti su 280, con un 10% di penalità, che l’ha costretta a consegnare il suo elaborato con 30 minuti di ritardo, ma ciò le ha permesso ugualmente di preparare i suoi vincenti macaron al caffè e Vanatallin, liquore locale con cui viene aromatizzata la bevanda. Come torta da forno ha presentato un plumcake di stagione: zucca, carote e mandarino.

Al secondo posto del contest si è piazzata Martina Cimpello di Cortina, coi degli aromatici macaron al pino mugo, una delizia per i sensi.

Terza classificata Cinzia Pintarelli dalla provincia di Pisa con i suoi macaron al cioccolato bianco aromatizzati alla vaniglia.

Il podio si è tinto meritatamente di rosa. Facendoci sperare in una pasticceria sempre più pink.

a cura di di Lucia Lombardi