Dolci, Gelato e Maestri Pasticceri

Ecco il nuovo consiglio direttivo di AMPI

L’Accademia dei Maestri Pasticceri Italiani ha comunicato la composizione del nuovo consiglio direttivo di AMPI, dopo le dimissioni del precedente, seguite da quelle di alcuni associati.

La mission del nuovo consiglio direttivo di AMPI è quello di dare uno slancio creativo alle imprese pasticcere che sono state messe a dura prova dalla pandemia. Pasticceri, aziende, manifestazioni fieristiche e stampa sono così chiamate a collaborare con AMPI in modo nuovo e fattivo.

Il nuovo consiglio direttivo di AMPI

Il nuovo consiglio Direttivo di AMPI è stato nominato dalla maggioranza dell’Assemblea ed è costituito come segue:

Salvatore De Riso – Presidente
Paolo Sacchetti – Vice Presidente
Santi Palazzolo – Vice Presidente
Stefano Zizzola – Tesoriere

Alessandro Dalmasso – Consigliere
Giuseppe Amato – Consigliere
Massimo Alverà – Consigliere
Denis Dianin – Consigliere
Salvatore Gabbiano – Consigliere
Andrea Urbani – Consigliere
Carlo Pozza – Consigliere
Sandro Ferretti – Consigliere

Le dichiarazioni del nuovo consiglio direttivo di AMPI

Salvatore De Riso, neo Presidente ha dichiarato: «Ampi è, e rimarrà, la casa della grande Pasticceria Italiana, il punto di riferimento del comparto. Fedeli allo statuto di fondazione il nostro obiettivo è promuovere e comunicare in modo efficace e strutturato le eccellenze della pasticceria italiana, rinnovare e rinnovarsi con nuova linfa, incentivare e supportare i giovani. Questo si può fare solo con mente aperta e spirito di collaborazione. Siamo pronti, insieme, a farlo»

Gli fa eco i Vicepresidente Santi Palazzolo che dice a tal proposito: «Ci sono molte eccellenze in Ampi. Anche da un punto di vista imprenditoriale. La pasticceria italiana, in questo momento difficile, deve sempre di più concentrarsi anche su questi aspetti. L’Associazione sarà protagonista di questo percorso di sviluppo». Prosegue ancora: «Per questo è nostra ferma intenzione aprire le porte di Accademia ai professionisti che vogliono dare il loro contributo e colloquiare con chiunque, comprese Associazioni e aziende, voglia contribuire alla crescita del settore».

 

La redazione di Italian Gourmet augura al nuovo consiglio direttivo e a tutta AMPI buon lavoro.

 

a cura di Atenaide Arpone

production mode