Dolci, Gelato e Maestri Pasticceri

Il croissant Royal vuoto Wolf ButterBack “cresce” e il Royal all’albicocca si rinnova

Anche i classici più amati come i croissant ogni tanto hanno bisogno di rinnovarsi per sorprendere e sedurre una clientela sempre più ampia, attenta ed esigente. Ecco che due tra i più venduti della gamma Royal di Wolf ButterBack cambiano “veste”: il croissant Royal dritto al burro vuoto è ora disponibile anche in una nuova versione dal peso maggiore mentre la variante all’albicocca ha nuova farcitura e una croccante guarnitura. Il nuovo croissant sfogliato al burro pesa 80 g. e, come la versione da 67 g., si distingue per la sua fragranza, la porosità e la stratificazione della sfoglia ben visibile. Ideale per essere farcito, il nuovo formato da 80 g. è davvero ideale quando la fame è maxi. Il croissant Royal con ripieno di albicocca è invece ora arricchito da una farcitura all’albicocca piacevolmente dolce e passata finemente con un contenuto di frutta del 40%. E che dire della decorazione: la granella di zucchero resistente alla cottura dona allo sfogliato Wolf ButterBack un bellissimo aspetto! Entrambi i prodotti sono spennellati con uova per una superficie lucida e accattivante.

Wolf ButterBack produce da oltre 25 anni specialità da forno surgelate di qualità premium a base di pasta sfoglia lievitata al burro, L’assortimento comprende principalmente croissant e dolci ripieni ma anche referenze specialità salate. Nell’unica sede situata a Fürth, non lontano da Norimberga, si realizzano squisiti prodotti da forno con grande cura e tecnica artigianale, unite all’utilizzo di eccellenti materie prime. Ecco quindi che per la sfoglia lievitata si usa esclusivamente burro puro di marca, mentre le farciture sono preparate seguendo le ricette create dagli esperti Wolf ButterBack. Gli impasti riposano fino a 8 ore, in modo da lasciar sviluppare i sapori e garantire freschezza a lungo dopo la cottura. Da molti anni l’azienda ottiene consecutivamente la certificazione secondo i parametri di International Food Standard (IFS) con voto “higher level”.

a cura di Atenaide Arpone