Chef e Ristoranti

Saporè apre a Milano: Renato Bosco sbarca nel capoluogo lombardo

Da oggi è possibile gustare la pizza di Renato Bosco in un locale con vista sul Duomo

Saporè Milano, è questo il nome del nuovo locale che Renato Bosco che  ha inaugurato lo scorso 20 novembre. Un locale con due porte per entrare nei due format pensati da Renato Bosco.

Il primo format prendi il nome di Saporè Pizza Bakery  ed è pensato per una pausa più easy, un morso gustoso e veloce ad una Pizza DoppioCrunch® o Pizza Crunch® ed anche per una colazione che sfoggia in vetrina brioches, dolci lievitati, il Panettone, la linea di biscotti e i cookies o i toast, tutti sempre prodotti di Renato Bosco, da gustare comodamente sui tavolini vista Duomo.

La seconda porta apre Saporè, pensata come sala degustazione, con un centinaio di posti a sedere dove si potrà essere guidati in un percorso di degustazione assaggiando le varie forme e consistenze della pizza contemporanea di Renato.

Mozzarella di Pane® con la sua morbidezza, la croccantezza di Pizza DoppioCrunch® e una speciale Pizza Tonda con PastaMadreViva, pensata appositamente per la location di Milano, saranno le protagoniste dell’esperienza che il cliente potrà fare al 2° piano de Il Mercato del Duomo, nella cornice della Galleria Vittorio Emanuele.

Le parole di Renato Bosco: “Era da tempo che volevo arrivare sulla piazza di Milano, città che ritengo un punto di riferimento importante per il settore food. Approdare a Milano per me significa sia far conoscere una pizza che concettualmente va oltre l’immaginario comune ed apre le porte a forme diverse, sia una pizza che nella sua crescita esponenziale, riuscirà a mantenere la qualità che la contraddistingue. Impossibile pensare ad una pizza di qualità per i grandi numeri?! Questo è stato il fulcro su cui è nato e cresciuto tutto il progetto. Ritengo sia stato fondamentale l’incontro con una grande azienda la cui esperienza e il know-how produttivo mi hanno dato l’assist per poter realizzare il progetto. Autogrill con cui oggi presento Saporè Milano, ha in comune con me uno spirito di innovazione, il settore di sviluppo e ricerca con cui ho lavorato maggiormente per arrivare all’apertura del locale, mi ha dato l’input per pensare al futuro della Pizza di Saporè. Sicuramente stiamo vivendo un momento magico per il settore, attorno a me ci sono molte pizzerie che lavorano benissimo portando avanti la tradizione napoletana e la pizza Gourmet, il concetto di pizza che porto avanti, che è quello che amo definire “pizza contemporanea”, mi pare possa chiudere il cerchio della proposta pizza su Milano.

Sono entusiasta di essere qui con l’intento di rappresentare non solo me stesso, ma tutto il movimento del quale faccio parte, composto da tanti colleghi attenti alla qualità degli ingredienti, alle lievitazioni, alla buona e sana alimentazione. Vorrei che questo luogo fosse anche per tutti loro; organizzeremo quindi serate a quattro mani, per ospitarli e divulgare insieme i principi che ci accomunano, in un posto suggestivo e inevitabilmente ambito. Le location, che vedono le strutture della Galleria Vittorio Emanuele con elementi architettonici di un’eleganza senza paragoni, sono stati  vestiti  di quei particolari che rispecchiano lo stile della mia Saporè a San Martino Buon Albergo: materiali, illuminazione, colori e alcuni punti di verde mi ricordano ‘casa’ anche quando sono qui. Mi piace vedere il futuro di Saporè Milano come una “casa della pizza” di qualità.”

Saporè Milano
al secondo piano de Il Mercato del Duomo
Piazza del Duomo angolo Corso Vittorio Emanuele II, Milano
Tel. +39 02 86331960
sempre aperto

a cura di Atenaide Arpone

Renato Bosco, ChePizza!

Renato Bosco e il suo nuovo modo di concepire la pizza

Di pizza si parla molto negli ultimi anni, in chiave gourmet (ma all’autore piace di più chiamarla ‘pizza contemporanea’), a significare la grande spinta creativa che ha avuto recentemente questo settore. Sempre più chef si dedicano a sperimentazioni e approfondimenti all’insegna di lievito madre, farine e tempi di fermentazione. Per non parlare degli appassionati dell’arte bianca, gourmet moderni che vogliono imparare ad accudire la pasta madre viva e sanno tutto di impasti e farciture. Questo libro è per loro: raccoglie la sapienza del maestro Renato Bosco che racconta in un lungo capitolo introduttivo, tecnica e basi di lavorazione. La farina, anzitutto, quindi i metodi di impasto – diretto, indiretto – per finire con gli approfondimenti su scelta e utilizzo degli ingredienti principali – pomodoro, mozzarella, olio). Fondamentale poi il capitolo sulla pasta madre viva, in cui Renato Bosco spiega come crearla, effettuarne i rinfreschi, utilizzarla in una serie di gustose ricette, accuratamente descritte e fotografate: dalla tradizionale Marinara, alla golosa Puntarelle & acciughe, alle versioni più curiose con prosciutto e funghi shiitake. Chi preferisse invece preparare la pizza con il lievito naturale, non ha che da scegliere tra oltre venti ricette di questo secondo capitolo: troverà la classica Margherita, con pomodoro Pachino igp, ma anche quella alla Crema di zucca, la Taleggio e pere, la Pioppini e porri, il Calzone… Ma l’estro creativo di Bosco non finisce qui, anzi trova massima espressione nel ‘crunch’, ovvero un impasto particolarmente croccante – da cui il nome – che, pur assolutamente leggero e digeribile, risulta gustoso e piacevolmente croccante. È il caso, tra le altre, delle ricette con la Mortadella o il Baccalà ma anche, se farcito, del ‘doppio crunch’ come quello Tirolese o il Vegano. Classe 1967, Renato Bosco dall’età di 15 anni nel mondo della ristorazione, è oggi docente all’Università della Pizza presso il Molino Quaglia, relatore ai congressi di cucina d’autore di Identità Golose, membro del prestigioso Club Richemont e dell’associazione Chic (Charming Italian Chefs).

Shop Italian Gourmet
Vai allo Shop