Speciale Novità 2021

I 4 elementi di Mercato del Pane

“I nostri punti vendita Mercato del Pane sono stati realizzati da Spazio Genio e sono il nostro fiore all’occhiello. L’azienda di San Giuliano Milanese sa ascoltare e consigliare la soluzione migliore per il miglior profitto. Illuminazione e la qualità di produzione sono punti tangibili del loro lavoro”. Dichiara Luigi Morsella, titolare Forno Trepì. La filosofia di questa azienda, basata sulla natura e i 4 elementi, si coglie dunque fin dall’arredamento dei due punti vendita, dall’illuminazione e disposizione dei prodotti.

La Terra d’Abruzzo

“Ci consideriamo Esploratori, curiosi di sapere perché il pane diventa pane, perché con 4 ingredienti si riesce a ottenere una varietà quasi infinita di prodotti tutti diversi. Siamo innovatori, sperimentatori di tecniche nuove. Ci serviamo della tecnologia per migliorare il nostro ambiente di lavoro e la nostra vita lavorativa, senza mai tralasciare l’artigianalità, indispensabile per ottenere un prodotto unico”.
E proprio dal primo elemento, la Terra, Forno Trepì ottiene il frutto del proprio lavoro: il pane. Le farine sono tutte ottenute da grani coltivati in Abruzzo. La farina integrale di Solina è coltivata tra i 600 e i 1400 metri e macinata a pietra come la Senatore Cappelli. La farina tipo “0” con la quale Mercato del Pane realizza il Peligno è frutto di una lunga e severa collaborazione di Coldiretti, Università di Teramo e Consorzio Agrario Centro Italia.

Progetto PAU

PAU è l’acronimo di Panificatori Agricoli Urbani e il progetto riguarda il pane del futuro. “Condividiamo in modo attivo il progetto PAU, alla cui base c’è la divulgazione della cultura del pane agricolo e della sua filiera”, spiega Luigi Morsella.

Mercato del Pane arredato da Spazio Genio

Sono due i locali Mercato del Pane ed entrambi sono stati arredati da Spazio Genio. La prima realizzazione è stata quella di Montesilvano cui è seguita la più recente a Pescara San Silvestro.

“L’esperienza con Spazio Genio è stata emotivamente coinvolgente, abbiamo trovato dei professionisti, delle persone, che hanno saputo dare identità ai nostri punti vendita. Persone sempre disponibili e presenti, sia prima, che dopo le nostre realizzazioni”.

Per leggere tutto l’articolo e saperne di più sfoglia il nuovo numero del Panificatore online.

a cura di Anna Celenta