Appuntamenti e Formazione

Coupe du Monde de la Pâtisserie: il Team Italia pronto alla sfida

Dopo mesi di vittorie – dall'ambito musicale a quello sportivo – si staglia un altro importante palcoscenico mondiale per l'Italia. Obiettivo del Team Italy, portare in alto il nome dell'alta pasticceria tricolore alla Coupe du Monde de la Pâtisserie, uno dei comparti di eccellenza del nostro Paese

Il Team Italia Coupe du Monde de la Pâtisserie scalda i motori: si avvicina la finale della grande competizione internazionale che si tiene ogni due anni e si svolge a Lione, all’interno del salone Sirha. Sul palco, 14 Paesi, tra cui l’Italia che sarà in gara nella seconda giornata, ovvero il prossimo 25 settembre

Dopo vari posticipi causa pandemia, ecco finalmente le date della Coupe du Monde de la Pâtisserie. Il Team italiano, composto da Andrea Restuccia, Massimo Pica e Lorenzo Puca (nella foto e da scoprire nel video), si allena ogni giorno a ritmi serrati – quotidianamente dalle 7 alle 22 – in CAST Alimenti, a Brescia, coordinato dal presidente del Club Italia Alessandro Dalmasso, dagli allenatori ufficiali Campioni del Mondo 2015 (Francesco Boccia, Emmanuele Forcone e Fabrizio Donatone) e da tutti i componenti del Club, nei rispettivi ruoli ma con la stessa determinazione.

“Affrontiamo questo appuntamento con un grande spirito di squadra, a tutti i livelli – racconta Alessandro Dalmasso – Questi ragazzi hanno dedicato un anno e mezzo della loro vita alla preparazione della finale, e oggi più che mai tutto il nostro comparto si ritrova unito a fare il tifo per loro. Senza divisioni, trasversalmente: è qualcosa di molto importante che ci rende orgogliosi”.

La Coupe du Monde 2021 si preannuncia come un’edizione particolarmente sentita: rinnovata dietro la guida di Pierre Hermé, sarà un momento più che mai speciale, sia per la trasmissione dei valori che per la mobilitazione intergenerazionale in ambito alta pasticceria. La grande manifestazione, infatti, è sì una gara, ma anche e soprattutto specchio fedele e principale indicatore dei più importanti trend del settore, tracciando il cammino e indicando correnti stilistiche e futuri sviluppi della dolce arte in tutto il mondo.

La Coupe du Monde de la Pâtisserie: i 14 Paesi in competizione

Il 2020 è stato profondamente segnato dalla crisi Covid-19, con ripercussioni anche sulle operazioni di selezione: fatta eccezione per quelle europee – italiana inclusa – tenutesi a gennaio, le altre nazioni in gara sono state selezionate sui punteggi, basati sul podio 2018. Scenario mutato, quindi, ma identica passione, ambizione ed energia di tutte le squadre in gara, pronte a celebrare l’arte della pasticceria a livello mondiale. Le 14 squadre finaliste della Coupe du Monde de la Pâtisserie 2021 si sfideranno lungo 2 giornate e saranno così suddivise:

24 settembre: Francia, Gran Bretagna, Egitto, Corea del Sud, Russia, Cina, Giappone
25 settembre: Cile, Algeria, Messico, Brasile, Svizzera, Italia, Marocco.

La gara: tutte le novità

Presieduta da Pierre Hermé, coadiuvato da Claire Heitzler e Frédéric Cassel come vice presidenti, e gestita da un Comitato Internazionale interamente rinnovato, la Coupe du Monde de la Pâtisserie celebra l’eccellenza, la passione e la trasmissione del know-how tra generazioni, incoraggiando contestualmente l’innovazione nello straordinario comparto dell’arte pasticcera.

L’edizione 2021 sarà un evento imperdibile e certamente indimenticabile per le squadre in gara, ciascuna composta da 3 pasticceri professionisti selezionati tra i migliori di ciascuna nazione, che si spenderanno per sublimare la loro passione, disegnando lo stato dell’arte pasticcera ad oggi.

Ecco tutte le novità della gara:

  • Ci sarà un tema unico per tutte le squadre, ovvero “Tutta l’arte è imitazione della natura”.
  • Da realizzare per ciascuna squadra, 4 dessert da condividere realizzati con cioccolato “Pure Origine” VALRHONA, che non potranno essere abbattuti; 4 entremet gelato realizzati con frutta CAPFRUIT; 10 dessert da ristorante: questa prova sarà giudicata da una speciale giuria composta da chef di fama internazionale.
  • Tutte le preparazioni, destinate alla degustazione, dovranno essere realizzate senza l’uso di coloranti.
  • Le prove artistiche saranno due pièce – in zucchero e cioccolato, di altezza massima pari a 165 cm – e una scultura ricavata da un blocco di cioccolato fondente, che sostituisce la scultura in ghiaccio delle passate edizioni. Queste scenografiche strutture faranno da coreografia all’esposizione dei dolci eseguiti per la competizione, a chiusura della gara e prima della valutazione finale.

Scopri nel video il Team Italia che gareggerà alla Coupe du Monde de la Pâtisserie 2021

production mode