Walter Ferretto

Chef

 

Walter, terza generazione, studi di ragioneria, deve decidere cosa fare da grande, se proseguire l’attività di famiglia o meno. Il destino, per una volta né cinico né baro, lo fa incontrare e diventare amico di Angelo Gaia e Giacomo Bologna. Grazie a questa amicizia, affina il concetto di qualità e intuisce che il turismo cosiddetto appunto di qualità è in arrivo in Langa, grazie ai vini e al re tartufo.
Va a lavorare a l’Auberge de l’Ill, a Illhaeusern, in Alsazia, allora, ma anche oggi, uno dei grandi top dell’Europa: se non lo conoscete andateci. Poi Colombani, poi da Christian Constant a Les Ambassadeurs del Crillon a Parigi: insomma, super stage.
Nel 1986 la decisione è presa: la qualità del Cascinalenuovo, il suo ristorante, deve crescere, e per crescere, accanto ai piatti tradizionali, che sarebbe folle eliminare dal menù, devono arrivare anche proposte nuove. Nel 1990 arriva l’ambita stella Michelin e il successo cresce. Gli spazi si adeguano, anno dopo anno, a questo successo.

IL CASCINALE NUOVO

Ristorante 
Tradizione e innovazione si fondono sapientemente in una proposta gastronomica che sa coniugare la grande cucina piemontese, con i profumi ed i sapori provenienti da ogni angolo del mondo. Il ristorante dispone di un’ ampia sala, molto luminosa, minimalista, con un’ elegante mise en place dallo stile impeccabile e di uno spazio esterno, a bordo piscina, per trascorrere le calde serate durante il periodo estivo.   Il menù alla carta offre la possibilità di spaziare dai grandi classici piemontesi, a piatti “fusion”, ma nel periodo autunnale, vi sarà la possibilità di arricchire i vostri piatti con il re della tavola, il Tartufo Bianco.  www.ilcascinalenuovo.it
production mode