Valeria Piccini

Chef

 

Dal Castagnaccio all’Acquacotta, le ricette di Valeria Piccini sanno di Maremma e di tradizione. Scopri di più sulla Chef: biografia e curiosità su Italian Gourmet.

Le stagioni, con i relativi colori, profumi, sapori, le loro forme e consistenze, sono protagoniste della cucina di Valeria Piccini.

La biografia della chef Valeria Piccini

A Montemerano, borgo medioevale in provincia di Grosseto, Valeria Piccini si è sposate con Maurizio Menichetti. Con lui ha avuto il figlio Andrea Menichetti, che oggi la affianca nella cucina del ristorante Da Caino.

La sua prima maestra fu la suocera Angela che, con il marito Carisio, detto Caino, inauguro questo storico indirizzo della Maremma nel 1971. Con il tempo sono arrivate dapprima una, poi due stelle Michelin.

Valeria Piccini: ricette e cucina

La sua è una cucina immediata, dai gusti decisi, che sa di Maremma. Non ha mai assecondato mode fini a se stesse o sterili esercizi di stile.

Dietro le ricette della chef c’è molto studio, ricerca e un bagaglio di sapori ed esperienze invidiabili.

Da questa magica terra e da questa esperienza enogastronomica si può essere tentati di riportare a casa un segno tangibile che aiuti poi a ricordare. Per questo che lo stesso olio servito ai tavoli, proveniente dalla produzione di famiglia, può essere acquistato presso l’enoteca, insieme ad altre specialità elaborate dalle sapienti mani di Valeria.


Foto background: facebook.com/Ristorante-da-Caino-Relais-Chateaux

Caino

Ristorante 
Era il 1971 quando Angela e Carisio, detto Caino, aprirono una rivendita di vino dove poter spiluccare salumi, formaggi e alcune preparazioni fredde. Da allora molta strada è stata fatta e oggi è annoverato fra i migliori d’Italia, rinomato in patria quanto all’estero. Nella veste attuale si è accolti in due sale separate da un camino comune, travi a vista sul soffitto, finestrelle che danno sulle vie del borgo, mura solide e protettive dalle tonalità calde dell’ocra, travertino di Monte Merano tutt’intorno. Pochi tavoli, soltanto nove, dove si accomodano poco più di venti persone al massimo, apparecchiati con prezioso tovagliato, bicchieri in cristallo, posateria d’argento e fini porcellane. E' in questa cornice che Valeria si esprime attraverso le sue inconfondibili ricette. L’amore per quello che fa trapela dalla grazia ed il rispetto con cui maneggia i prodotti e compone i piatti. Partita dalla tradizione la supera senza mai dimenticarla . I suoi sono piatti che la rispecchiano: succulenti, dai sapori netti e precisi, giocati su contrasti di aromi, consistenze e temperature. Il risultato deve essere una vera e propria gioia per tutti i sensi, dove il gusto è fondamentale e solo in un secondo momento arriva l’aspetto estetico, che pur è sempre curato. Tuttavia Valeria non preserva gelosamente i propri segreti in cucina, ma dispensa consigli; è esigente con il suo staff, ma anche materna e comprensiva. www.dacaino.it
production mode