Stefano Laghi

Si respira aria di professionalità quando si parla con Stefano Laghi. Professionalità ed emozione per un lavoro che lo coinvolge totalmente e che ama in quel modo totalizzante come capita solo ai veri artisti.

Pragmatico, concreto, affidabile eppure dolcemente un po’ folle. È uno di quei rari casi in cui il grande talento creativo procede di pari passo con una sana concretezza da imprenditore che lo porta a valutare ogni progetto, ad impegnarsi a fondo in ogni cosa, ad essere affidabile sempre e comunque.
Per carattere e formazione Stefano sa che la genialità fine a se stessa perde di valore. Se non si è in grado di tramutarla in fatti e in costanza nel tempo serve a poco se non ad aumentare l’ego di chi la possiede. Conta il carattere e conta la giusta formazione. Stefano ha percorso – senza fretta ma senza mai una battuta di arresto – tutte le sue esperienze lavorative avendo ben chiaro il suo sogno di voler diventare un pasticcere con la “p” maiuscola.
L’assidua partecipazione alla nazionale italiana cuochi, ad esempio, gli ha consentito di accentuare quella naturale predisposizione alla collaborazione che lo contraddistingue. A differenza di molti lui non ha paura di condividere sapere e palcoscenico. Sul primo fronte ne è concreta testimonianza la continua attività di docente che svolge – da sempre – presso le più importanti scuole di formazione del paese. Sul secondo versante, invece, basta scambiare due parole con lui per rimanere colpiti da quanto sia distante dalle logiche competitive fini a se stesse. Ha realizzato libri a doppio o tripla firma, divide la sua attività con un socio-amico, si confronta continuamente.
La logica dice e la pratica dimostra che questi atteggiamenti sono propri di chi è sicuro delle proprie capacità. Non potrebbe esserci affermazione più calzante. Stefano Laghi ha perfetta coscienza della sua qualità di professionista e di uomo, per questo non ha bisogno di sottolinearlo continuamente. In nessun contesto.

Chi e’ Stefano Laghi
Classe 1966, dopo essersi diplomato alla scuola alberghiera Ial di Cervia, specializza la sua formazione presso note pasticcerie. Cioccolatiere di grande talento ha vinto numerosi concorsi nazionali e internazionali di pasticceria, tra cui il campionato mondiale di pasticceria e cucina di Basilea nel 1993 e nel 1994, e a Lussemburgo nel 1994 come pasticciere della nazionale italiana cuochi. Ha sempre dedicato parte della sua attività all’insegnamento in corsi di specializzazione in pasticceria, cioccolateria, decorazione. Consulente ricercato per grandi aziende del settore. Attualmente, oltre all’attività di docenza e consulenza, gestisce una propria attività con sede a Faenza, la Chocolats, che opera nel settore della pralineria e soggettistica conto terzi, in partnership con l’amico e socio Massimo Villa.

production mode