Appuntamenti

“A fish out of water”, quando la cucina è emozione

Martedì 26 novembre, nella splendida villa ottocentesca dei signori Bottacin ad Albignasego, sede del loro “Studiolo 1844”, si è svolto l’evento di presentazione del documentario “A fish out of water”. Protagonisti di questo racconto mozzafiato, realizzato con il contributo di Silikomart, sono il giovane chef stellato Lorenzo Cogo, i paesaggi incantevoli delle isole norvegesi, i villaggi di pescatori, l’armonia di una terra lontana, eppure così vicina, e un pesce molto speciale, il merluzzo. Tra gli ospiti d’eccezione anche lo chef stellato Pietro Leemann.

Il corto “A fish out of water” dimostra che la cucina può essere anche magia e meraviglia. Può trasformarsi in poesia e viaggio. Riesce a diventare esperienza, scambio e cultura. “A fish out of water” è il suggestivo documentario scritto, diretto e prodotto da Wannaboo e che racconta un viaggio tra cibo, cultura e amicizia: lo chef Lorenzo Cogo, del ristorante Stella Michelin El Coq di Vicenza, parte alla scoperta dell’origine dello stoccafisso e della ricetta del baccalà alla vicentina. Si avvia verso l’isola di Røst, che si trova nel nord della Norvegia, attraversando 100 km di mare, in una tra le tratte percorse da traghetti più difficili al mondo: qui vive una comunità che basa la sua sopravvivenza sull’export dello stoccafisso in Italia da oltre 400 anni. Lorenzo scopre le origini di questo antico legame e crea nuove ricette per rilanciare un ingrediente tradizionale in chiave moderna, insieme a un altro chef stellato, Mikael Svensson, del Kontrast Restaurant di Oslo. “Noi, come chef internazionali, possiamo così supportare i produttori locali, creando nuove ricette con l’utilizzo di ingredienti tradizionali come lo stoccafisso” racconta Lorenzo Cogo.

“A fish out of water”, realizzato con il contributo di Silikomart, ha esordito alla 76ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia il 5 settembre scorso, ed è stato presentato martedì 26 novembre agli ospiti dell’evento esclusivo organizzato da Studiolo 1844 e da Silikomart, con la collaborazione di Hangar78. Tra gli ospiti, lo chef stellato Pietro Leemann.

La proiezione del film è stata anticipata dalla visione dell’emozionante cortometraggio “Venezia risorgi”, girato a Venezia in condizioni estreme, proprio nei giorni dell’eccezionale acqua alta della scorsa settimana dalla stessa troupe del film (Wannabo Video Productions).

Dopo la visione del film e un breve dibattito moderato da Atenaide Arpone, responsabile magazines di Italian Gourmet, gli ospiti hanno potuto degustare la speciale “Querina” – il dessert a base di baccalà e cioccolato bianco, dedicato da Lorenzo Cogo alle Lofoten e realizzato con lo stampo Samurai di Silikomart – nonché apprezzare il delizioso risotto e il ricco buffet, curati dallo staff di Hangar 78.

Lorenzo Cogo
Classe 1986, Lorenzo Cogo è un vero “enfant prodige” della cucina italiana: ha conquistato la stella Michelin a soli 25 anni (insieme al titolo di chef stellato più giovane d’Italia) con il suo ristorante El Coq di Marano Vicentino, il suo paese d’origine, con quella che ha definito “cucina istintiva”. Prima di El Coq, ha fatto esperienze notevoli in tutto il mondo: a Melbourne, nelle cucine di “Vue de Monde”, il miglior ristorante d’Australia, poi nel “Marque Restaurant” di Mark Best a Sydney. In seguito a Londra, nel famoso “The Fat Duck Restaurant” di Heston Blumenthal, e in Giappone, nella scuola di Seji Yamamoto, che gli ha insegnato le fondamentali tecniche di lavoro e di sensibilità rispetto alle materie prima. Rientrato in Europa, in Spagna, nei Paesi Baschi, all’Etxebarri di Victor Arguinzoniz e al Noma di Renè Redzapi. Nel 2016 Lorenzo Cogo decide di fare il grande salto: a giugno chiude il locale di Marano per approdare al prestigioso “Caffè Garibaldi” in Piazza Dei Signori a Vicenza, glorioso locale di fronte all’imponente Basilica palladiana. All’interno, il suo ristorante stellato El Coq propone una vera esperienza, che accompagna gli ospiti in un viaggio lontano, ispirati dal Dio del Tempo.

Silikomart e Hangar 78
Azienda dinamica, fresca, capace di ascoltare e innovare: Silikomart si è affermata come leader mondiale per l’alta pasticceria, la cucina e la ristorazione. Votata alla ricerca e alla sperimentazione, da sempre consolida collaborazioni e progetti strategici, avvalendosi della maestria dei pasticceri e degli chef contemporanei più innovativi e acclamati a livello nazionale e internazionale. Accanto alla produzione c’è anche la scelta di seguire l’obiettivo della formazione, per far crescere i nuovi professionisti di domani ed essere sempre all’avanguardia nel settore. All’interno degli spazi dell’azienda, Hangar 78 è il grande laboratorio creativo che consente di sviluppare tecniche innovative per la pasticceria e la ristorazione tradizionale e contemporanea.

Studiolo 1844
Lo showroom di Studiolo 1844 di Vittorio ed Elena Bottacin si sviluppa nel grande sottotetto della villa ottocentesca, un ambiente ricercato dove sono presenti diverse scenografie domestiche che dialogano tra loro con naturalezza. Uno spazio suggestivo che racchiude il meglio dell’arredamento e del design, esaltando in particolare l’unicità e la bellezza del Made in Italy. Nello show-room sono esposti mobili per raffinati progetti di interior e oggetti iconici per gli amanti del design, da scegliere tra le proposte di prestigiose aziende: Arclinea, B&B Italia, Flexform, Maxalto, Rimadesio, Molteni, Rolf Benz, Gubi, Bisazza, Henge, Bonaldo, Cattelan Italia. Tutti marchi apprezzati dalle élite internazionali per il loro inconfondibile stile e per la loro capacità di interpretare la cultura contemporanea dell’abitare con armonia, eleganza e fascino senza tempo.

 

a cura di Lorenza Dalla Pozza