Chef e Ristoranti

La Charity Dinner di Orticolario, giovedì 4 ottobre

a cura di Denise Frigerio

In villa si va in maschera, già perché la charity dinner di apertura della decima edizione di Orticolario, il prossimo giovedì 4 ottobre, ruoterà intorno al tema portante dell’intera manifestazione: il gioco.

Cornice di incredibile bellezza, la dimora lacustre di Luchino Visconti, Villa Erba, sulle rive del lago di Como. La cena, in onore di Roy Lancaster, raccoglie fondi per sei associazioni benefiche del territorio lariano. Tanti gli eventi e nove gli chef a confronto a dare il ritmo a questa serata, che prevede un dress code “divertente” – così recita l’invito – e una maschera (con tanto di penalità per chi non la indossa).

Si inizia con un aperitivo nel padiglione Centrale all’interno dell’istallazione “ooommm” dell’artista Stefano Ogliari Badessi, e la coreografica “Danza delle sfere di cristallo” di Rose Zambezzi, performer dei Giullari del Diavolo. Per poi spostarsi in Villa Antica per la cena placé.

Qualche anticipazione? “Il gioco del gusto nel pentagramma di sapori” apetizer dello chef Antonio Sironi (Ristorante Grillo) e “È dolce, ma dolce non è”, una piccola frolla di castagne, paté di vitello, mandorla salata alla salvia preparata dalla giovane chef Federica Camperi (Incomincia per C). L’aperitivo sarà completato da altre due proposte degli chef Silvio Salmoiraghi (Ristorante Acquerello) e Ambrogio Stefanetti (Vecchia Osterie Seseglio). Ad aprire le portate fra le sale della Villa Antica, “Tacos di Timila, Salvia Croccante, Crudo e Squaquerone” di Davide Maci (The market place) e per finire i dolci di Vittorio Tarantola (Ristorante Tarantola) con una “Torta morbida e nuvola al formaggio fresco di capra, sorbetto all’uva fragola, biscotto di nocciole e cioccolato biondo alla salvia”, e una “Vodka all’uva fragola, liquore alle nocciole con ganache di cioccolato biondo e latte di capra guarnito con fogliolina di salvia” di Andrea Attanasio (Fresco Cocktail Shop). Nel mezzo, l’expertise di Mauro Elli (Ristorante Il Cantuccio), Daniele Canzian (Ristorante Daniel) e Michele Zambaiti (chef executive di Villa d’Este) e, a fare da coreografia, una performance live dei Giullari del Diavolo. www.orticolario.it